[Cinquanta Sfumature di Bianco]
cerimonia di matrimonio civile in villa
Scritto da Elena il 5 October 2018 / 0 COMMENTI
Il rito simbolico per il matrimonio civile: quale scegliere?

Se avete deciso di sposarvi con rito civile sapete che la cerimonia può essere molto libera e personalizzabile.

Non ne avevate idea? Allora prima leggete QUESTO POST!

Oltre alla parte ufficiale della lettura degli articoli del codice civile, gli sposi possono decidere di inserire anche un rito simbolico, quindi non religioso, ma carico di significati. Un rito, un messaggio, che sottolinei l’unione degli sposi.

Ma quale scegliere? Di seguito alcuni dei più emozionanti:

  • Il RITO DELLA SABBIA: gli sposi uniscono in un unico vaso due sabbie di colore differente. Le due sabbie unendosi formeranno un disegno che simboleggia l’unione indissolubile dei due sposi (i granelli delle due sabbie non si possono più separare) e la nascita di qualcosa di nuovo, unico e meraviglioso. Questo rito può essere svolto in diverse modalità, accompagnato dalla spiegazioni dei vari passaggi o da musica e letture a tema.
  • Il RITO DELLA LUCE ( o delle candele/unity candle): in voga soprattutto negli Stati Uniti, durante il rito gli sposi, ognuno con una propria candela, ne accendono contemporaneamente una unica più grande. Questa cerimonia è molto suggestiva se accompagnata da una musica speciale, da una spiegazione del simbolismo o da un testo che sottolinei il momento. Gli sposi poi potranno riaccendere la candela ad ogni anniversario.
  • Il RITO DEI NASTRI: quali sono i motivi per i quali vi sposate? quali sono le cose che vi legano e vi legheranno per sempre? Ecco, ogni “motivo” è rappresentato da un nastro che viene posato e cinge le mani unite degli sposi mentre si scambiano le loro promesse. Questo rito ha origini scozzesi (hand-fasting) e prevede che, mentre le mani degli sposi vengono unite dai nastri, gli ospiti allunghino le loro mani per dar la loro benedizione sulla coppia! Momento molto molto emozionante e assolutamente unico per ogni coppia! 
  • Il RITO DELLA PIANTA: il matrimonio è come una pianta. (…) Una pianta è viva, va curata ogni giorno: vedere come sta, mettere l’acqua, e così via. [Papa Francesco]. Con questa idea che con il matrimonio nasce una cosa nuova che va curata ogni giorno, gli sposi possono decidere di piantare (in un vaso grande) una piantina. In questo modo si sottolinea come l’unione dei due sposi darà vita ad una creatura nuova, viva, feconda, con radici ben piantate a terra e con i rami rivolti al cielo e al futuro!
  • IL RITO DEL CALORE DEGLI ANELLI: tutti gli invitati sono chiamati a dare il loro contributo al matrimonio. Facendo passare di mano in mano le fedi nuziali tra tutti gli invitati (dentro un sacchettino), queste fedi durante il percorso si caricano di tutto il  “calore” e di tutta la positività che amici e parenti augurano agli sposi!
  • IL RITO DEL VINO: si sa, le cose buone come il vino migliorano invecchiando! Augurandosi di vivere tanti anni insieme, gli sposi chiudono in una cassa una bottiglia di buon vino insieme alle loro promesse, con l’obiettivo di riaprirla dopo tanti anni (quanti lo decideranno loro!) e brindare ancora al loro amore!

Questi sono solo alcune delle idee che possono essere usate dagli sposi per rendere speciale il rito non religioso. Ovviamente ogni coppia può personalizzarli e trovare altri modi per simboleggiare il proprio matrimonio! Non ci sono limiti!

Ve ne piace uno in particolare, ma non sapreste come realizzarlo?

CONTATTACI!

Commenti
Lascia un commento