[Cinquanta Sfumature di Bianco]
pianificazione matrimonio con wedding planner
Scritto da Mother Queen il 21 March 2016 / 0 COMMENTI
Il Progetto Wedding: che cos’è?

In estrema sintesi, il Progetto è il motivo per cui gli sposi si rivolgono al Wedding Planner.

In che cosa consiste esattamente?

architect-300x205

Si tratta di un vero e proprio progetto, equiparabile a quello dell’architetto che disegna la vostra casa. Le Signore degli Anelli procedono in questo modo:

1. Attraverso il primo brainstorming raccogliamo informazioni sui desideri, i vincoli tecnici (numero di invitati, stagione, orario, bambini…), le preferenze stilistiche e l’atmosfera che gli sposi vogliono creare
2. Tra le informazioni che ci servono, importantissima è un’indicazione della cifra che hanno intenzione di stanziare gli sposi o le loro famiglie
3. Con questi dati prepariamo un’analisi di fattibilità confrontando il costo del “matrimonio dei sogni” con le risorse disponibili
4. Se necessario operiamo insieme agli sposi una revisione delle priorità, talvolta ritoccando il budget, talvolta ridimensionando il piano
5. Giunti a un’ipotesi realizzabile, procediamo verificando la disponibilità dei fornitori e ne selezioniamo almeno uno, al massimo tre per ciascuna categoria
6. Portiamo gli sposi  a visitare le location individuate, ad assaggiare i menù dei catering proposti e in ufficio da noi incontrano fiorista, fotografo, musicisti, light designer
7. Gli sposi scelgono, ricevono i preventivi e li approvano
8. Finalmente siamo pronti per la consegna del progetto

Nel progetto definiamo il mood del matrimonio, elenchiamo i fornitori, descriviamo lo svolgimento della giornata con orari, mezzi di trasporto (chi guida, chi sale), materiale da utilizzare (chi lo porta, chi lo ritira), il ruolo di paggetti e damigelle, i nomi dei lettori alla cerimonia, l’ordine delle sorprese e degli scherzi degli amici, i momenti o le persone importanti che devono essere fotografati…

Grazie al progetto, il matrimonio avrà uno svolgimento semplice, piacevole e soprattutto – ve lo assicuro – spontaneo; ciascuno dei protagonisti (inclusi papà e mamme) si sentirà a suo agio, proprio perché sa che cosa succede e qual è il proprio ruolo.

L’avreste immaginato?

Mother Queen

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Commenti
Lascia un commento