[Cinquanta Sfumature di Bianco]
particolare bambino al matrimonio
Scritto da Elena il 20 May 2013 / 0 COMMENTI
I bambini ai matrimoni

Qualche volta, stilando la lista degli invitati al proprio matrimonio, ci si sorprende di quanti bambini potenzialmente saranno presenti.
Ad alcuni e per qualche frazione di secondo viene la tentazione di “suggerire” ai genitori di non farli partecipare, ma i più saggi si attrezzano per gestire al meglio i piccoli ospiti.

Se siete tra quelli che sono molto tentati dal dichiarare senza troppi giri di parole che i bambini “non sono graditi”, vi invito a riflettere su un paio di questioni:

  • Se anche i figli dei vostri amici/parenti sono universalmente riconosciuti come dei terremoti su due gambe, che ovunque vadano gettano scompiglio e tengono tutti in uno stato di tensione pre-disastro, sappiate che se  provate ad osteggiare la loro partecipazione al matrimonio avrete a che fare con lo sgomento e l’offesa dei genitori. Ovviamente una dichiarazione così plateale del fatto che la loro progenie “non è gradita” non passa inosservata e non viene di certo ben accolta! Se proprio sono bambini terribili e ingestibili in società sapranno i genitori stessi se è bene portarli ad un lungo matrimonio, ma se viene loro suggerito si rischia di ottenere esattamente il risultato contrario solo per dimostrare che i loro figli possono stare dappertutto. Vi sfido inoltre a trovare una formula educata con la quale comunicare la scelta di non volere bambini tra i piedi!

bimba che raccoglie riso small

  • I bambini ai matrimoni sono me-ra-vi-glio-si! Sono entusiasti (soprattutto le bambine che vedono nella sposa la personificazione delle principesse delle favole), con la loro spontaneità aggiungono sempre qualcosa di piacevolmente imprevisto, con la loro allegria contribuiscono al clima di festa del matrimonio e danno luogo a fotografie indimenticabili.

Quindi, il mio consiglio è quello di prevedere come intrattenere i più piccoli e coinvolgerli il più possibile in modo che non si annoino (si sa che è la noia il più delle volte a scatenare le fantasie distruttive dei piccoli) e contribuiscano anche loro alla riuscita del matrimonio.

In che modo si possono coinvolgere i bambini ad un matrimonio?

Salto tutta la fase cerimonia perché oltre che a portare gli anelli all’altare – e anche questo compito lo riserverei a quelli un po’ più grandicelli – non riesco a pensare ad altri ruoli attivi. È però carino prevedere uno spazio tutto loro in cui si possano muovere liberamente senza interferire troppo con la cerimonia e che gli permetta di muoversi e distrarsi liberamente.

Al ricevimento è un’ottima strategia prevedere:

          Un paio (o più dipende dal numero e dalle età dei bambini) di animatrici che accolgano e facciano divertire i bambini fin dall’arrivo al ricevimento. Ne consiglio sempre almeno 2 perché è indispensabile che ci sia una persona fissa con il gruppo, ma che ci sia la possibilità per l’altra persona di lasciare i bambini per accompagnarne qualcuno in bagno o dai genitori. Le animatrici professioniste sono in grado di coinvolgere i bambini con giochi e attività gestendoli in modo che non scorrazzino tutto il ricevimento come un’orda di barbari, ma che si divertano giocando in libertà negli spazi appositamente dedicati (dove non importa se corrono, giocano, usano dei materiali, …)

          Un menù e un tavolo dedicato a loro: il tavolo sarà allegro, con piccoli giochi, dolcetti, regali pensati apposta per loro e una decorazione ad hoc. Al tavolo staranno anche le animatrici che aiuteranno i bambini più piccoli e controlleranno che tutti mangino. Il menù dedicato – che la maggior parte dei catering già prevede – permette ai bimbi di mangiare quello che più gli piace (di solito cose semplici e PATATINE FRITTE!) senza dover stare ore seduti a tavola. Si sa che da bambini non ti interessa molto della gastronomia … preferiscono correre a giocare il prima possibile!

          Se ci sono bambini molto piccoli (neonati o poco più) si può prevedere anche una sorta di tata che li controlla durante il riposo in una stanza apposta, lontano dalla confusione, dal caldo e/o dalla luce.

          Una piccola sorpresa/attività/regalo che i bambini realizzeranno al momento del taglio della torta. Per esempio al taglio i bambini possono mettersi intorno agli sposi con le bacchette luminose che fanno le scintille (quelle da ultimo dell’anno) che sono sicure e fanno un bellissimo effetto. O soffiare un milione di bolle di sapone. Oppure, se c’è l’attività del “trucca bimbi” farsi fare una foto con gli sposi tutti intorno alla torta. Fatevi consigliare dalle animatrici e concordate con loro cosa si può realizzare, una cosa semplice, che li valorizzi senza”stressarli” troppo!

Con questi piccoli accorgimenti i bambini saranno intrattenuti con grandissima gioia

          dei genitori, che potranno godersi tranquilli il ricevimento sapendo che c’è un professionista con i loro bambini

          dei bambini, che non devono adeguarsi ai tempi e ai modi di far festa dei grandi,

          dei proprietari della location e del personale del catering, che possono continuare a fare il loro lavoro tranquilli senza doversi preoccupare anche che i piccoli siano in pericolo

e

– ultimi, ma non ultimi, degli sposi che in questo modo hanno fatto ancora più felici i loro ospiti, piccoli e grandi, e hanno permesso a tutti di godersi una festa indimenticabile.

Il mio consiglio quindi e di non rinunciare alla partecipazione dei bambini, ma prevederla e gestirla nel migliore dei modi, con l’aiuto sempre di professionisti che vi sapranno anche consigliare su come organizzare la festa!

bambini ai matrimoni

Alla prossima!

Tags: ,

Commenti

I commenti sono chiusi.