[Cinquanta Sfumature di Bianco]
Le Signore degli Anelli
Scritto da Elena il 12 January 2015 / 0 COMMENTI
Con il Wedding Planner chi decide?

Approfittando delle vacanze natalizie, ho guardato alcuni dei programmi a tema matrimonio che affollano le tv. Anche se in linea di principio sono grata alle trasmissioni e ai professionisti che hanno sdoganato la professione di Wedding Planner (prima eri scambiato per chi combina matrimoni), noto con perplessità che rimane l’impostazione di partenza, che poco ha a che fare con la figura reale del Wedding Planner e in particolare di come lavoro io che amo definirmi “wedding planner di provincia”.

L’immagine televisiva rimanda ad un professionista che ha budget illimitati, propone soluzioni, ma senza dare una vera scelta (quello che propone è sempre accettato al primo colpo), sceglie da solo particolari degli allestimenti, delle bomboniere, della torta, … e la trasmissione non fa vedere che ci sia un vero scambio con gli sposi. So che probabilmente sono esigenze televisive, ma il problema è che in questo modo passa il messaggio – a mio avviso – che chi decide tutto sia il Wedding Planner! Non è così!

 

La mia autodefinizione di “wedding planner di provincia” racchiude tutti i valori delle provincie in cui lavoro (emilia), terre in cui gli sposi sono persone reali che alla fine del mese devono far quadrare i conti, persone abituate a lavorare duramente e seriamente (sia io, che i miei collaboratori, che gli sposi) con cui valutare insieme ogni scelta, persone vitali che difficilmente affiderebbero il loro matrimonio a scatola chiusa, delegando le scelte.

 

Per questo motivo ci tengo a sottolineare che nei matrimoni con un Wedding Planner (serio), chi decide alla fine sono SEMPRE gli sposi! In barba al galateo, alle mode e ai gusti del Wedding Planner!

Per il mio modo di lavorare i desideri degli sposi vengono per primi: li posso consigliare, posso cercare le soluzioni più adatte a realizzare una loro personale visione, faccio i salti mortali per cercare alternative, ma non esiste che gli sottoponga una e una sola scelta.

Seleziono diverse alternative, di solito in linea con le richieste degli sposi, ma diverse fra loro per offrire una scelta effettiva; gli sposi scelgono, valutano, approvano, modificano, integrano… sono e rimangono sempre gli unici protagonisti e gli attori principali dell’organizzazione del matrimonio.

 

Non abbiate paura di affidarvi ad un Wedding Planner: imparate a valutarne il lavoro e il modo in cui si propone (analizzandone i lavori precedenti e osservando se nei matrimoni c’è varietà di soluzioni e varietà di budget). Anche se ricorrete ad un Wedding Planner per motivi logistici (vivete lontano dal luogo in cui vi sposerete) , non rinunciate al vostro diritto di scelta. Per fortuna la tecnologia avanza e ci sono mille modi per sottoporvi le idee anche senza incontrarsi fisicamente!

Cosa ne pensi? Sei d’accordo? Allora …

CONTATTACI!

 

 

Tags: , , ,

Commenti

I commenti sono chiusi.